Nobel 2021 per la Medicina per scoperte che aiuteranno la terapia del dolore

È con grande entusiasmo che accogliamo la scelta di onorare col premio Nobel della medicina 2021, massima espressione del valore scientifico in campo medico, David Julius, fisiologo dell’Università della California, e Ardem Patapoutian, scienziato dello Scripps Research di San Diego, per la loro scoperta dei recettori coinvolti nella percezione della temperatura e del tatto, sensazioni alla base dell’esperienza del dolore.
Un Nobel, quindi, per scoperte inerenti alla ricerca di base, che è essenziale per non solo per la conoscenza dei fenomeni biologici che governano la salute e la malattia, ma anche per lo sviluppo di nuovi farmaci. E infatti le scoperte dei due scienziati premiati dalla Fondazione Nobel di Stoccolma stanno già aprendo la strada allo sviluppo di nuovi farmaci capaci di interferire con questi meccanismi e che in futuro potranno offrire nuove possibilità di trattamento per diverse forme di dolore acuto e cronico.
Ci dà immensa gioia che il tema dolore sia stato elemento sui cui valutare il valore della ricerca scientifica premiata. Questo infonde ancor più entusiasmo al nostro operare per dare conoscenza sul tema dolore e ci conforta del nostro lavoro trentennale che ha nella ricerca il suo target di valore, che non può essere disgiunta dal prendersi cura delle persone ogni giorno e nel formare nuovi medici capaci di usare al meglio ogni cura per dare risposte di qualità alle numerose malattie caratterizzate dall’universo “dolore cronico”.
William Raffaeli
Presidente Fondazione ISAL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.