Il “buco nero dell’assistenza psicologica”. Un nostro commento alla riflessione dell’Ordine degli psicologi

Il Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi ha pubblicato sull’Huffington Post una riflessione del presidente David Lazzari.

L’articolo denuncia il “buco nero” dell’assistenza psicologica in Italia: scrive, infatti, Lazzari che “in Italia ci sono 107mila medici nel sistema sanitario nazionale, 47mila medici e pediatri di famiglia e 18mila assistenti sociali. Dall’altro lato, l’assistenza psicologica è ampiamente trascurata, con una cifra ridicola di psicologi nei servizi pubblici.
La totale privatizzazione del sostegno psicologico non regge più. Taglia fuori milioni di bambini, ragazzi e adulti, impedisce qualsiasi strategia di prevenzione e arriva perfino a negare queste problematiche, condannando chi ne è afflitto alla sofferenza e alla solitudine”.

Michael Tenti, psicologo e ricercatore della Fondazione ISAL commenta così queste considerazioni: “Mi sembra che sia possibile applicare molto bene la bella riflessione di David Lazzari anche al campo del dolore cronico. Nonostante sia  riconosciuto dalla letteratura scientifica che il dolore cronico è un’esperienza bio-psico-sociale e quindi necessiti di essere trattato in maniera integrata e multidisciplinare e nonostante il riconoscimento della figura dello psicologo grazie alla Legge 38 e alle Linee guida internazionali (come ad esempio le Linee guida NICE e le Linee guida EULAR), i centri che hanno al loro interno la figura dello psicologo o che forniscono assistenza psicologica sono pochissimi”.

E aggiunge: “Questo è un grande problema per le persone affette da dolore cronico che dovrebbero invece poter beneficiare di un intervento psicologico per potersi meglio adattare alla loro condizione e alla malattia di cui soffrono. Continuiamo a ribadire con forza che l’assistenza psicologica nell’ambito del dolore cronico è ancora uno dei tanti bisogni non soddisfatti per i pazienti che soffrono”. 

[L’immagine è tratta dalla pagina Facebook del Consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.